U14F PRO VICTORIA MIRO’ – Una sconfitta che fa riflettere.

U14 PV Mirò_Geas Volley ASD_23052017Coppa Femminile U14 Girone D – Giornata 5
23 marzo 2017 ore 20.00
Monza, Palestra Mapelli
U14 Pro Victoria Mirò – GEAS Volley ASD: 0-3
(18-25; 14-25; 20-25)

U14F Pro Victoria Mirò: Agostini Margherita, Bracesco Emma, De Musso Federica, Iannetta Giulia, Mauri Isabella, Migliazza Elisa, Milioni Giulia, Nwachukwu Janet, Pellicanò Giulia, Pellicanò Sara, Perego Giulia, Tonarelli Monica (K)

 1° Allenatore: Fox (Fossati Davide)
2° Allenatore: Rox (Rossi Daniele)
Dirigente Accompagnatore:
Mauri Valeria

Monza – Siamo alla quinta giornata della Coppa Femminile U14 FIPAV: la gara programmata per sabato 25 marzo, in concomitanza con la visita del Papa nella nostra città, viene anticipata in serale il giovedì 23 marzo. La squadra ospite è al vertice della classifica del nostro girone e sulla carta ci aspettiamo una partita tutta da giocare, sebbene il riscaldamento pre partita non ci riveli un avversario imbattibile.

Si parte, primo set: siamo in battuta e ci aggiudichiamo il primo punto. In questi primi scambi reggiamo bene la gara, anche grazie a qualche errore della Geas. Ricadiamo nell’errore di non  chiamare palla e lasciamo troppo spazio sotto rete a delle avversarie che esprimono da subito un gioco corto. Siamo 5-10 ed ancora nutriamo la speranza di riprenderci. Qualche bella giocata ci riavvicina sull’11-15, ma i nostri errori da questo punto in poi decidono le sorti del set: troppe palle corte che lasciamo cadere, non mostriamo un muro deciso e non si contano i loro punti su pallonetto. Qualche bello spunto sul finale ci accende la speranza, ma è breve: chiudiamo 18-25.

Dopo un primo set non affatto soddisfacente aspettiamo la “riscossa” delle nostre ragazze in questo secondo set: ma è una vera debacle. Geas ha la palla di inizio, la battuta è precisa ma non imbattibile, eppure noi non rispondiamo, sbagliamo, siamo impacciate e ferme ed in un lampo siamo 0-9. Solo un loro errore su battuta ferma la progressione, ma il set è compromesso. La nostra ricezione sulle loro battute proietta la palla ora sul soffitto ora sul muro. Tentiamo con gran fatica una reazione che ci consente di chiudere il set 14-25.

Fox effettua molti cambi nell’ultimo set, mettendo in campo delle ragazze che dalla panchina hanno nel frattempo sentito maturare dentro di loro una gran voglia di giocare e di dimostrare di essere all’altezza delle compagne che hanno giocato finora: si sbagliano, perché riescono a fare meglio! C’è grinta e voglia di giocare in campo e la progressione del punteggio pare una piacevole rincorsa, 4-4, 5-5, 9-9, 10-10. Poi le avversarie, più incisive, guadagnano terreno staccandosi di 8 punti sul 13-21. Noi sappiamo rimontare fino a dimezzarla 19-22. Per un po’ speriamo di farcela, ma la Geas ha la meglio chiudendo 20-25 il nostro set migliore della partita.

La gara si chiude con espressioni incredule e deluse in panchina e tra il pubblico.

Il campo di casa non facile (le righe sul pavimento sono in numero decisamente superiore a quelle che servirebbero per il solo gioco della pallavolo) avrebbe dovuto mandare in confusione una squadra non avvezza: ma la confusione è stata tutta nostra e le righe sul pavimento non ne sono state la causa. Seppur reduci da un allenamento infrasettimanale dove abbiamo tenuto testa – pur lasciando sul campo una nostra ragazza infortunata – ad una squadra maschile di categoria superiore, in una gara di cui il nostro Coach ci ha raccontato una Pro determinata, grintosa e con tanta voglia di vincere, nessun beneficio abbiamo visto nell’incontro di oggi.

Cerchiamo di dare una risposta a quanto successo stasera ragazze: lo dovete a voi stesse. Dedicate tanto del vostro tempo agli allenamenti, dando il meglio; vi organizzate con responsabilità nei vostri impegni scolastici per dedicarvi alla vostra squadra. Purtroppo partite come quella di stasera paiono dimostrare che al momento della resa dei conti, durante la partita, a volte rinunciate a fare del vostro meglio ed il risultato pare esprimere la mancanza di volontà di dare il massimo, perché no, anche per una sana e competitiva voglia di vincere.

Abbiamo cercato questa risposta insieme in questi giorni, speriamo l’abbiate trovata e che sappiate dimostrarlo nel prossimo incontro, sabato 1 aprile alle ore 15.30, fuori casa a Cassina De’ Pecchi, presso la Palestra della scuola elementare in Piazza Unità d’Italia, contro la Pallavolo Cassina Paola.

Divertimento, Affiatamento e Grinta, ragazze: READY! STEADY! GO!

gabriella