2DF U21 – Pro Victoria Macron chiude la stagione con una vittoria

2017-05-19-PHOTO-00000406Campionato U21 – Prima Fase – girone H
19-05-2017 ore 21.15
Monza, Palestra Manzoni
Sanda Volley Vs Pro Victoria Macron Store Grande Milano 1-3
(21-25, 29-27, 23-25, 19-25)

Pro Victoria : 2 Cristal Olivieri, 3 Silvia Pastori, 4 Federica Mariani, 5 Vittoria Francalanci, 6 Martina Savinelli, 7 Chiara Villa, 8 Federica Bignami, 9 Valentina Sala, 10 Chiara Sangalli, 11 Martina Baretta, 12 Francesca Nappo.

1° Allenatore: Coach Rox
2° Allenatore: Davide Fossati
Dirigente Accompagnatore : Desideria De Leonardis

Monza –  Sedicesima ed ultima partita delle ragazze di Coach Rox nel girone U21 contro il Sanda Volley. Affrontiamo quest’ultimo impegno sapendo già del risultato ottenuto dalla Pro Patria che vincendo ci ha chiuso definitivamente la possibilità di sopravanzarla in classifica. Va comunque onorato l’impegno cercando di superare quest’ultimo avversario come già peraltro abbiamo fatto nella gara di andata.

Coach Rox, per quest’ultimo impegno, convoca la formazione U16 al gran completo non inserendo alcun elemento dell’U18. E’ da qualche partita che le ragazze non si ritrovano in campo al completo, avendo affrontato i precedenti impegni, con la presenza delle sorelle maggiori dell’U18, e gli automatismi vanno oliati e questo si vede da subito. Le ragazze partono bene ma il gioco scorre meno fluidamente che di solito. Le nostre avversarie si sono presentate con una formazioni rinforzata da elementi di categoria superiore e questo potrebbe causarci non pochi problemi. La prima parte di set scorre in sostanziale parità, con un punteggio che ci vede avanti sul 7 a 9 ma non si ha la sensazione che una delle due formazioni possa allungare decisamente. Da parte nostra i soliti errori in battuta (tre nel primo score) che andrebbero evitati. La partita scorre con un ritmo abbastanza lento ed il gioco espresso in campo è lento e privo di spunti di particolare interesse. Anche le parte centrale del set ricalca la partenza e il risultato di 16 a 18 dice di una sostanziale parità di forze in campo. Si arriva al finale e ne abbiamo di più noi. Chiudiamo sul 21 a 25 e ci portiamo a casa il primo set.

Si riparte per il secondo set sulla falsa riga del precedente. Squadre compatte e gioco che esprime i fondamentali senza particolari acuti. Entrambi le formazioni non svolgono bene la fase di inizio del gioco e si vedono molti errori in battuta. In generale i punti vengono ottenuti più da errori dell’avversario che da propri meriti. Il primo score ci vede, anche se di poco, avanti sul 10 a 13. Affrontiamo la parte centrale del set inanellando una serie di errori un po’ in tutte le fasi di gioco e le nostre avversarie ne approfittano prontamente incassando una serie di punti, agganciandoci e sopravanzandoci sul 23 a 20. Coach Rox chiama il time out e suona la sveglia alle nostre ragazze. Ritorniamo in partita e ci facciamo sotto per il finale di set sul 24 a 25. Il coach avversario chiama il time out seguito a ruota da coach Rox. Il finale è avvincente e vede le due squadre sopravanzarsi più volte fino al finale di 29 a 27 per loro. Peccato potevamo chiudere e ci è mancata la cattiveria necessaria. Siamo in parità sul 1 a 1 nel computo dei set.

Il terzo set si avvia e partiamo meglio noi. Finalmente battiamo bene e forziamo il gioco si da questa fase e mettiamo alla frusta la loro difesa che mostra evidenti crepe. Giochiamo sia di forza che di astuzia insistendo sempre sugli elementi avversari in difficoltà e il punteggio del primo score ci dà ragione sul 6 a 10. Purtroppo per noi non riusciamo a dare continuità a questo approccio e ci prendiamo una pausa di troppo consentendo alle avversarie di rinsaldarsi e di ritornare velocemente in partita. Questa incostanza è una caratteristica che ci ha accompagnato per tutta la stagione. Il tratto centrale del set vede le nostre avversarie agganciarci e sopravanzarci sul 18 a 17. Coach Rox dalla panchina incita le ragazze a riprendere il gioco. Ci svegliamo dal torpore e riprendiamo a giocare ma le nostre avversarie non demordono ed arriviamo in finale di set sul 23 a 23. Con un colpo di reni chiudiamo a nostro favore il set ma che fatica. Siamo sul 1 a 2 per noi.

Il quarto set si avvia con una nuova partenza sprint delle nostre ragazze. Ogni volta che proviamo a forzare la fase di inizio del gioco le mettiamo in difficoltà e questa volta lo facciamo per bene ed infiliamo una serie di punti che dicono di uno score di 5 a 13 per noi. Visto il distacco accumulato si direbbe di un set oramai deciso nel suo andamento ma una delle cose che abbiamo imparato nel corso della stagione è quello di aspettarci sempre delle sorprese dalle nostre ragazze. E’ questo set non fa accezione. Nuova pausa da parte nostra e nuova rimonta da parte delle nostre avversarie. Con uno score si 13 a 7 a loro favore recuperano quasi completamente lo svantaggio e si fanno sotto sul 18 a 20. Sale in battuta la Savinelli e memore di quanto successo nella fase iniziale forza la battuta e mette nuovamente alla frusta la loro difesa. Il finale è tutto a nostre favore e con un bel primo tempo della Francalanci chiudiamo il set sul 19 a 25. Portiamo a casa meritatamente la partita sul 1 a 3 ma abbiamo sofferto più del dovuto.

Termina qui il girone di U21 che ci vede posizionati al terzultimo posto della classifica e che probabilmente non ci consentirà la prossima stagione di continuare a partecipare alla medesima categoria.

E’ stata una discreta partita ma non possiamo dire di aver visto del bel volley. La formazione avversaria era molto diversa da quella affrontata all’andata (sono state inserite della ragazze di categoria superiore) e questo ha reso più incerto il risultato finale che, in ogni caso, ha visto le nostre ragazze prevalere abbastanza nettamente.

E’ l’ultima gara ufficiale della stagione e vorrei chiudere ringraziando tutti, dalle nostre fantastiche ragazze agli allenatori e a tutto lo staff. Ci avete fatto vivere una stagione bella ed intensa ed è stato un vero piacere parteciparvi. Come sempre forza ragazze e come on.

Dal nostro corrispondente Roberto Francalanci

Salva