CAMPIONATO U15 MASCHILE – 1° FASE GIR. A – 3° GIORNATA

Campionato U15 Maschile – 1° Fase Gir. A – 3° Giornata
Monza, Palestra Scuola Media “E. Sala”
Vero Volley Copy Rent – Pallavolo Libertas Cantù: 1-3
(17-25; 30-28; 17-25,20-25)

 Vero Volley Copy Rent: Azzoni A (K), Borroni A., Calchera M., Canali G.,Danelon C., Galimberti A., Geminiani F., Grasso F. (L1), Nikolla G., Paracchini L., Pizzile F., Rasetti A. (L2)

 1°Allenatore:Mauro Rech
2°Allenatore:Lorenzo Abbiati
Dirigente Accompagnatore: Valter Olivati e Patrizia Grassi

Monza – Ancora una sconfitta tra le mura amiche per Vero Volley Copy Rent che, questa volta, si deve arrendere a Libertas Cra Cantù. Le due formazioni si conoscono molto bene: lo scorso anno si sono scontrate sia in campionato, che in Boy League e in tutte le occasioni erano stati proprio i canturini ad avere la meglio, salvo poi cedere proprio in finale provinciale consentendo a Vero Volley di portare a casa il prestigioso titolo per 3 a 2 dopo una lunghissima “battaglia”.

Coach Rech si affida alla diagonale palleggiatore opposto Nikolla-Paracchini, a Pizzileo e Azzoni in posto 4 e a Borroni e Galimberti al centro con Rasetti libero. Cantù parte subito bene, mentre Vero Volley è un po’ contratta: gli ospiti ne approfittano per scavare subito un solco che li condurrà a vincere il set, senza che il parziale sia mai messo veramente in discussione.

La panchina monzese rimescola le carte, Azzoni diventa opposto e Calchera subentra in posto 4 per dare più stabilità alla ricezione. La mossa sembra funzionare e Vero Volley parte subito a razzo, con gli avversari costretti a rincorrere. Piano piano, Cantù si fa sotto e il finale di parziale è un punto a punto emozionantissimo, che vede però sorridere i padroni di casa per 30 a 28.

Monza sembra finalmente aver trovato la giusta convinzione per affrontare un avversario di questo livello, ma questa illusione dura poco: il terzo parziale è a senso unico e Vero Volley fatica molto a contenere il gioco di Cantù. Coach Rech decide di dare spazio alla panchina e, in effetti, i ragazzi mettono in campo una buona reazione, non sufficiente, però, a riprendere le redini del set che si chiude per 17 a 25.

Nel quarto set Paracchini prende il posto di Calchera e Danelon quello di Borroni: il parziale parte meglio del precedente, seppur sempre con qualche difficoltà in ricezione. I ragazzi mostrano una buona determinazione e buone giocate in attacco, ma Cantù ha sempre qualche carta in più da giocare e riesce a portare a casa il set (e quindi la gara) per 25 a 20.

Ecco il commento del Coach a fine gara: “Ad oggi Cantù è una squadra più forte di noi, non tanto da un punto di vista tecnico, quanto piuttosto per l’esperienza di campo che hanno, dovuta anche al fatto che giocano insieme da molti anni. Vincere con loro è possibile, ma solo a patto di fare una gara perfetta, cosa che non abbiamo fatto. Come già detto per altre gare, dobbiamo avere pazienza e lavorare tantissimo sui fondamentali di battuta e ricezione. Se riusciremo a crescere come io mi aspetto, tra qualche mese potremo levarci delle soddisfazioni!”